lunedì 12 ottobre 2009

LE PAGELLE DELLA 5° GIORANATA

RECCHIUTI: la sua porta non corre grossi pericoli. Lui comunque è sempre molto attento. Nulla può sulla punizione in quanto qualcuno in barriera inspiegabilmente si abbassa traendolo in inganno. 6,5
SPARVIERI: torna terzino e i frutti si vedono in quanto riesce a sfruttare meglio la sua corsa 6,5
PECE: prestazione tutto sommato positiva la sua. In fase offensiva spreca troppi cross dalla trequarti di gioco, invece di cercare uno scambio per andare sul fondo. Suo l’assist del gol 6,5
PEZZOTTA: buona la sua prestazione. Non concede spazi all’avanti avversario. Esce causa infortunio muscolare 6
D’AULERIO: in difesa non c’è tantissimo lavoro da fare. Cerca di aiutare la squadra in fase di impostazione non sempre nel migliore dei modi. 6
DI PINTO L.: arruffone e stranamente disordinato. Spesso si sposta sulla fascia destra andando a creare confusione tra i compagni. Colpisce una traversa. Nel secondo tempo è più ordinato. Finisce la partita in malo modo. 5,5
BERARDI F.: dopo un turno di stop il presidente torna e si sente. Figura sempre presente sia in fase di costruzione che di interdizione. Suo il gol del 1 a 0. migliore in campo 7
BRIONI: il suo commento non può non essere influenzato dalla colossale palla gol mancata. Scattato sul filo del fuorigioco a centrocampo si presenta con calma e con tutto il tempo necessario per controllare e piazzare il pallone davanti al portiere. A questo punto qualcosa nel suo cervello va in corto e scaraventa la palla a circa ¾ metri dalla porta. Purtroppo il calcio è fatto di episodi e questo episodio aimè amico Ale ti costa il titolo di “Peggiore della settimana” 5
DE PAOLA: gioca leggermente a destra. Tocca numerosi palloni non sempre con la giusta lucidità. Cala nella ripresa. 6
TOSCANO: prestazione con alti e bassi. In questi casi molti giornalisti dicono senza infamia e senza lode. 6
SPADANUDA: gioca il primo tempo come punta centrale e contro una difesa chiusa a riccio dove era difficile trovare spazi. 6
DI PIETRO: entra nel secondo tempo. Punto di riferimento sulla fascia sinistra crea qualche pericolo. 6
MARRAFFINO: entra nel secondo tempo. Ha tra i piedi una ghiotta occasione che non riesce a sfruttare. 6
VISCIANO: entra nel secondo tempo. Schierato esterno alto. Prova anche la sorte con un pericoloso sinistro che il portiere avversario riesce a neutralizzare. 6
VOTO 8: a tutti gli amici che vengono in panchina anche senza giocare. La loro presenza è fondamentale. Mirco Michele, Giò, Gabriele Franceschini, Antonio Pilone, Mister Catalano.

Nessun commento: